Rimanere competitivi oggi è sempre più difficile, soprattutto nel così detto “momento della verità”, il momento in cui il consumatore prende in mano il nostro prodotto soppesandone pregi e difetti e in cui packaging, brand image e comunicazione si fanno sempre più interconnessi. È cosa nota, ormai, che al giorno d’oggi non si acquista più soltanto un semplice prodotto, ma il valore aggiunto sta proprio nella possibilità di impadronirsi di tutta una serie di informazioni di vario genere ad esso correlate.

schermata-2016-11-23-alle-14-48-02

Ecco che dunque il pack diventa intermediario esclusivo e privilegiato della marca, grazie ad una fisicità unica, appeal rassicurante, capacità di parola.

Uno tra i principali trend del 2017, infatti, sarà proprio la capacità del packaging di “dialogare” in maniera bidirezionale con il consumatore. Tra le più importanti innovazioni vi è la possibilità di utilizzare software per il riconoscimento delle immagini.

Basterà inquadrare con il proprio smartphone il prodotto che si intende acquistare, per ricevere informazioni su di esso tramite un’app dedicata: originalità del prodotto e origine dei materiali che lo compongono, caratteristiche fisiche e chimiche, composizione, eventuali effetti collaterali, oltre a ricevere promozioni o scontistiche personalizzabili.

Attraverso questi particolari software è inoltre possibile visualizzare una vera e propria immagine 3D del prodotto all’interno del pack che si intende acquistare.Ecco che i prodotti, di qualsiasi tipo essi siano, non sono più semplici oggetti “muti”, ma si trasformano in veri e propri attivatori di storie, esperienze ed emozioni, capaci di traghettarci verso un futuro ormai dav vero prossimo.

(fonte mark-up.it)