In questo 2016 l’innovazione passa senza dubbio attraverso le startup, sempre a metà strada tra intuizioni geniali e concreti progetti di business. Secondo Steve Blunk, vero e proprio guru del mondo digital, le startup sono “organizzazioni temporanee in cerca di un modello di business ripetibile, scalabile e profittevole”.

Incubatori, quindi, trampolini di lancio per idee che vanno a colmare spazi ancora vuoti nel Mercato.

Ecco tre nuovissime sturtup, tutte finalizzate a risolvere piccoli grandi problemi quotidiani:

Eat&Out

img

Eat&Out è una startup realizzata dall’Università delle Marche con un team tutto al femminile: un gruppo di biologhe, nutrizioniste e specialiste di sana alimentazione a 360° impegnate nell’educazione alimentare nelle scuole e nelle consulenze nutrizionali a ristorazione collettiva ed operatori alimentari.

Eat&Out è disponibile nelle versioni “Primo piatto + contorno + frutto di stagione” o “Secondo piatto + contorno + pane + frutto di stagione” e contiene anche i condimenti monodose (sale e olio evo marchigiano) e posate monouso.

Eat&Out è un vero pasto “portatile”, completo e bilanciato dal punto di vista nutrizionale, cucinato con ingredienti genuini, privo di conservanti e contiene tutto ciò che normalmente chi mangia fuori casa non consuma: frutta e verdura di stagione.

Eat&Out si mantiene a 4°C per 10 giorni, basta aggiungere una dose di acqua e riscaldarlo al microonde, un’ottima idea per una pausa pranzo all’insegna del benessere!

Splitit

13087500_574894266005504_8239373162969200590_n

Splitit permette di creare collette online in occasione di matrimoni, lauree, compleanni, feste, raccolte a scopo benefico e progetti di ogni genere.

Dopo aver creato la propria pagina, personalizzata con nome, data e descrizione dell’evento, è possibile aggiungere gli invitati via mail, sms o social network, e una volta chiusa la raccolta la somma accumulata viene versata direttamente sul conto di chi ha creato l’evento.

Più smart di così!

Splitit

Traslochino

12311090_924672687608431_7129841555738656927_n

Problemi con il cambio casa? Ci pensa Traslochino.

Questa piattaforma mette in contatto persone che devono traslocare con altre persone che vogliono aiutarle in cambio di un compenso. Una volta completato il trasloco è previsto un feedback reciproco per cliente e traslocatore, visibile sui rispettivi profili e utile a guidare la scelta di clienti e traslocatori successivi.

Il prezzo del servizio viene deciso dall’inserzionista, mentre alla piattaforma resta una percentuale sul prezzo finale. Una bella idea per risparmiare, e perché no, stringere nuove amicizie.

Traslochino

(fonte Futurix)